Dal passato… all’imbecillità dell’uomo

 

Vuoto

Io

supino, guardo

il cielo e vedo

rotolanti nubi

rincorrere

il fuggitivo tempo.

Astiosamente il vento

sospinge i miei pensieri,

che mai parole

diranno ad alcuno,

quanta tristezza

provo.

                                       ref

 

Sicuramente qualche cosa accadrà, sta già accadendo, ma si tratta di un processo lento che si svilupperà nel corso degli anni e sicuramente non sarà la fine del mondo. Sino a qualche anno fà, una ventina, si parlava delle fine del mondo nell’anno 2000, mille e non più mille così stava scritto nei libri sacri e per Nostradamus secondo gli esperti la fine sarebbe arrivata nell’anno duemila, ora gli stessi esperti anno interpretato diversamente le profezie spostando a quanto ho letto di sopra la fine del mondo al 3797 così tanto da non poter essere smentiti una seconda volta. Poi ci sono state le profezie degli atzechi e manco quelli ci hanno preso, ora di nuovo un altra profezia, il 2017 un’altra bufala come le precedenti. A fra parentesi nel frattempo avrebbero dovuto ammazzare almeno un papa, e scoppiare una guerra atomica, cose che non sono accadute come tutti possiamo testimoniare. Ma come dicevo qualche cosa accadrà, e sarà il cambiamento o la fine della civiltà per come la intendiamo noi adesso. Avete presente la teoria del bigbang? Si quella relativa all’universo quella che racconta come tutto sia iniziato con lo scoppio di un nucleo che ha lanciato la materia sparpagliandola nello spazio creando così galassie, sistemi solari e pianeti, in continua espansione sino a quando persa la velocità e l’abbrivio, lentamente pianeti, sistemi solari e galassie cominceranno a ripiegarsi su se stessa iniziando il procedimento inverso fino a tornare nell’arco di miliardi di anni a riformare quel nucleo da cui tutto era iniziato. Ecco è quello che sta accadendo alla nostra civiltà, quella dei consumi, sini ad oggi ha continuato ad espandersi, ma non in modo uniforme e, comunque in modo incontrollato. Ora l’espansione dei consumi non regge più, non si può continuare all’infinito ad aumentare la produzione per consumare il prodotto o viceversa, siamo arrivati al punto di stallo e lentamente sta iniziando il processo inverso, quello della recessione. Certo si tratta di un processo lento ma noi non abbiamo i tempi dell’universo, non si tratta di miliardi di anni, ma di un centinaio, forse di poche decine. Ma non sarà la fine del mondo, ma forse la fine dell’uomo, se ci sarà qualche “imbecille” (e un “imbecille” c’è sempre) che al grido di “Muoia Sansone con tutti i filistei” darà inizio al crollo, ma non lo farà facendo crollare la volta del tempio, ma più semplicemente premendo un bottone. Sono passati i dinosauri, passerà anche l’uomo. E il mondo? Beh il mondo lentamente, in qualche centinaio o migliaia di migliaia di anni tornerà ad essere quello di prima dando inizio a una nuova evoluzione. Sotto a chi tocca.

Cazzeggiando (poi mica tanto) Siamo un popolo?

Siamo un pololo?

Con l’interrogativo

che ci sta tutto

sarebbe comico

se non fose brutto.

Siamo un popolo

unito dai confini

stretti in uno spazio

che ci strige vicini

sotto i colori

delle stessa bandiera

non certo di uno stato

che non c’è e non c’era.

Siamo un pololo

diviso dai dialetti

unito nelle offese

simile nei difetti.

Terroni e polentoni

razzisti e mafiosi

facciamo di tutto

per renderci più odiosi.

Tra insulti e offese

spesso ingiustificate

riempiamo di scemenze

le nostre giornate.

Di destra di sinistra

oppure qualunquisti

ma sopra un foglio bianco

siamo tutti opinionisti.

Spariamo senza sosta

le nostre tiritere

e certo poco importa

e siano false o vere,

la cosa più importante

e dare sempre addosso

al nostro avversario

affondarlo nel fosso,

senza mai stare chiedersi

se abbia torto o ragione

perchè la verità,

è solo un opinione”.

Siamo un popolo

unito nei consensi

solo sulla nazionale

(quando vince)

panem e cincenses

con la collaborazione di ref  😉

Il manifesto di rottura di Casaleggio

Stralcio iniziale

 

″È arrivato il momento di riattivare i motori e cominciare la nostra corsa controvento”. Così l’Associazione Rousseau che mercoledì 10 marzo presenterà il “Manifesto ControVento. Principi e valori per ritornare a volare alto”. Il manifesto, spiega Rousseau, ” vuole essere un codice etico di riferimento per la nostra azione, ma anche un perimetro ben definito di termini e condizioni di utilizzo dell’ecosistema Rousseau al fine di poter esercitare pienamente quel ruolo di garanzia che consenta metodi di partecipazione trasparenti e una sempre più attenta e intransigente tutela dei diritti di cittadinanza attiva e digitale”.

ecc…. ecc. eccc…

STRALCIO

Viene poi illustrato un pantheon di persone a cui ispirarsi. Il nuovo Manifesto “Controvento”, è scritto, è “liberamente e continuamente ispirato da idee di Dario Fo, Adriano Olivetti, Francesco d’Assisi, Mahatma Ghandi, Giorgio Gaber, Beppe Grillo e Gianroberto Casaleggio”.

 

O.o

Azzz………………..

come a dire Einstein, Fermi, Marconi Gatto Silvestro Willi Coyote e Cip e Ciop

 

Modesti vero?

 

Tohh…ninelli

danilo-toninelli-m5s

Toninelli dice che il M5S ha fatto di tutto per governare, «perfino annientarci negli uffici a lavorare»

 

azzzzzzzzzzzzzz….

forse qualcuno avrebbe dovuto spiegare ai 5 Stelle il significato della parola  “Lavoro” non è non fare  un ca……….o

Aspettiamo Toninelli alla prossima esternazione chissà che non possa essere questa..

“….. ci siamo estinti a lavorare”

Il mondo ve ne sarebbe grato, per l’estinzione naturalmente non per il (presunto)  lavoro.

Busillis

Figo va da Mattarella.

Renzi va da Figo.

Dunque il problema è risolvibile?

Avremo un nuovo governo?

Conte rimarrà?

Conte se ne andrà? (o se ne è già andato)

Renzi rientrerà ?

Di Battista se ne andrà?

Reggerenno i senatori di IV?

Resteranno quelli dei 5 Stelle?

Non rimane che aspettare per avere le risposte solo una cosa è certa

“Sono gli uomini a formare i governi”

ma..

“Gli omuncoli riescono a fare solo governicchi”

renzi-zingaretti-di-maio-conte-1339338

 

Ultime notizie

“Si possono accogliere i migranti che fuggono dalla pandemia.”

 

?????????????????

Nuova genialata a livello da Guinnes dei primati

Pianeta Gratis Gif Animate Animali Scimmie

Primate

 

Ma… quelli che fuggono dalla pandemia proprio qui dovrebbero venire?

A rigor di logica considerando che siamo il primo paese con il numero di morti in percentuale più alto, dal bel paese dovrebbero cercare di andarsane e non tengtare di raggiungerlo.

Misteri della politica.

Quando alcuni provvedimenti rasentano….

l’imbecillità congenità.

 

Le scuole sono chiuse,  i  bambini sono a casa, devono passare il tempo ma soprattutto vogliono partecipare anche loro, dare anche loro un voce, un messaggio, esporre anche loro alla finestra, un bel foglio con disegnato sopra, comunque sia fatto, un bellissimo arcobaleno, con la fatidica scritta, ” Andrà tutto bene” il loro personale messaggio di speranza al mondo, niente di complicato ne di impossibile dite? Naaaaaaaa decisamente impossibile. Per esporre quel messaggio ci vogliono, pastelli, acquarelli,  fogli da disegno o quaderni, ma allora dova sta il problema? Il problema nel fatto che se per caso , alcuni colori mancano, non ci sono i fogli da disegno o i quaderni ai genitori che durante la spesa  ne fanno approvvigionamento se li vedono sequestrare alla cassa, perché al supermercato è consentito solo di vendere prodotti alimentari. Quindi se ti si brucia l’unica lampadina in casa, devi rimanere al buio,  se ti si rompe il piatto devi mangiare le mani se ti si rompe il bicchiere bere a canna, se salta lo smalto delle padella ci devi cucinare ingurgitando i frammenti rilasciati, se hai problemi di vista e ti cascano gli occhiali da lettura e si rompono le lenti, devi farti leggere il giornale dal nipote ammesso che tu ne abbia uno disponibile, se ti si scaricano le pile degli apparecchi auricolari, devi tenete il televisore al massimo per poter sentire facendo due palle tante a tutto il condominio ecc… ecc…  ecc… tutto per un malinteso concetto “di concorrenza sleale”(sindacati docet), come se tutti i prodotti sopracitati e molti altri ancora “vietati all’acquisto” non venissero acquistati comunque regolarmente  da sempre, dalla maggior parte dei frequentatori,  anche in condizioni normali, all’interno degli stessi supermercati. Forse sarebbe meglio pensare a soluzioni serie e non a imbecillità di questo tipo che non fanno altro che  deprimere e irritare sempre di più la gente già soggetta a notevoli disagi, senza parlare delle difficoltà create ai supermercati e ai loro dipendenti che di questi tempi, in cui si lavora già in condizioni estreme, per non dover tutte le volte avere discussioni alla cassa dovrebbero barricare o svuotare molti reparti del loro comparto.

Forse sarebbe meglio provvedere … ed eliminare il *** che ha ideato questa enorme… strUnzata.

9968c114ba4ee551036c32a757faf54708dee726f55f126c2abe908950547b62.gif